Notizie da Candiolo

12.05.2015

L’IRCCS di Candiolo leader in Europa nell’informatizzazione dei processi clinico-sanitari.

Ad assegnare questo importante riconoscimento l’organizzazione internazionale HIMSS – Healthcare Information and Management Systems Society. A Candiolo tutto è informatizzato: dalla cartella clinica elettronica al fascicolo sanitario elettronico, ai percorsi chirurgici, alla gestione dei farmaci. Si migliora il percorso dei pazienti e si garantiscono maggiore sicurezza ed efficiente gestione delle risorse.

L’Istituto di Candiolo è il primo centro oncologico italiano (e il secondo in Europa) ad avere ottenuto l’importante riconoscimento di “leader nell’information technology” ospedaliera. Ad assegnarlo è stato l’HIMSS – Healthcare Information and Management Systems Society – organizzazione internazionale autonoma con sede a Chicago che ha come focus esclusivo quello di migliorare l’assistenza sanitaria attraverso l’impiego ottimale delle tecnologie informatiche. Dopo un’attenta valutazione durata mesi e dopo un sopralluogo da parte di una delegazione di esperti internazionali, HIMSS ha assegnato a Candiolo il punteggio di 6 su 7 nella scala di informatizzazione, sulla base di un modello di valutazione internazionale (EMRAM, Electronic Medical Record Adoption Model), che analizza e mette a confronto lo stato di sviluppo dell’information technology in una struttura sanitaria in relazione alla realizzazione della Cartella Clinica Elettronica e del Fascicolo Sanitario Elettronico dei pazienti.

L’Istituto di Candiolo ha raggiunto una informatizzazione completa di tutti i processi clinico-sanitari (suite DEDALUS – OSLO) – dalla fase di accoglienza del paziente, alla sua gestione clinica, al percorso chirurgico – e soprattutto della filiera del farmaco (FarmaSafe@), fortemente integrata ai sistemi gestionali di diagnostica. Questo consente di avere processi clinico-sanitari completamente “senza carta”, oltre che la centralizzazione del sistema informativo clinico.

Inoltre permette al medico di ottenere in tempo reale tutte le informazioni amministrative, diagnostiche, terapeutiche del paziente, in totale aderenza alle linee guida della Joint Commission International e alle Raccomandazioni 1, 7 e 14 del Ministero della Salute nei processi di gestione del farmaco, sia esso legato a terapie standard sia chemioterapiche.

In particolare per il sistema di gestione del farmaco chemioterapico, la delegazione di HIMSS ha sottolineato sia l’alto livello di sicurezza offerto dalla prescrizione alla somministrazione sia la conoscenza in tempo reale dell’appropriatezza nell’utilizzo dei farmaci, mediante analisi dell’aderenza delle modalità prescrittive con standard predefiniti.

Per Giampiero Gabotto, Consigliere Delegato della Fondazione: “Stiamo dotando Candiolo di tutto ciò che di meglio esiste al mondo, per offrire un migliore servizio al paziente, per far lavorare meglio medici e infermieri, e consentire all’Istituto di controllare in tempo reale costi ed efficacia del nostro lavoro”.

ARCHIVIO NOTIZIE DA CANDIOLO